Il nostro Nicaragua

Gli accesi colori dei palazzi in stile coloniale ispano americano dell’ampia piazza di Granada colpiscono gli occhi dei visitatori … E mentre un cavallo bruca indisturbato l’erba di un giardino di una chiesetta abbandonata, i negozietti e gli ambulanti propongono le loro merci secondo un rito quotidiano che si tramanda da secoli.

A poche centinaia di chilometri si trova un’altra perla coloniale del Nicaragua, Leon, antica capitale che oggi vanta la Cattedrale più grande del Centroamerica, dove riposano i resti di Ruben Dario, fondatore della lingua castellana, ben sedici chiese barocche e neoclassiche una più bella dell’altra e tanti murales che ricordano la resistenza sandinista.

Un Paese che stupisce, il Nicaragua.

Per i paesaggi naturali di incantevole suggestione. Come quelli che offre Ometepe, la più grande isola al mondo in un lago di acqua dolce, il Lago del Nicaragua, con i suoi vulcani, le impressionanti cascate e la vista impareggiabile che si gode dall’alto delle cime.

O quello delle isole Solentiname, dove gli abitanti hanno sviluppato un’arte pittorica su tela apprezzata in tutto il mondo…

E seguire l’intenso aroma del caffè in una delle tante fattorie che coltivano questo prezioso frutto nelle foreste.

Un viaggio che inebria i sensi, lasciando nel cuore un dolce ricordo di emozionante bellezza.

Lingua: La lingua ufficiale è lo spagnolo. Anche l’inglese comincia a essere abbastanza diffuso tra la popolazione più giovane. Ci sono poi una serie di dialetti locali parlati in alcune aree del paese.

Moneta: La moneta del Nicaragua è il Cordoba. Il dollaro statunitense è la valuta estera più diffusa. Per cambiare gli Euro bisogna andare nelle banche muniti di passaporto. Si può cambiare anche nelle strade delle città presso gli uffici di cambio autorizzati. I dollari USA sono accettati nelle zone turistiche, portatene sempre con voi un po’ in contanti, preferibilmente in tagli piccoli. Attenzione, quando pagate in dollari potrebbero mettervi un piccolo sovraccarico per il cambio.

Fuso orario: Il Nicaragua si trova sette ore indietro rispetto all’Italia (otto ore quando in Italia è in vigore l’ora legale). 

Corrente elettrica: si trova a 220 V e 110 V, portare un adattatore per prese di tipo americane.

Clima: Il clima del Paese è di tipo tropicale con una temperatura media di 27 gradi. la stagione delle piogge va da maggio ad ottobre, quella stagione secca nei rimanenti mesi. Maggio e ottobre presentano le piogge più forti e insistenti, dicembre e gennaio sono i mesi più freschi e ventilati.

Abbigliamento: in Nicaragua si cammina molto, sia durante i trekking nelle aree protette sia nelle città coloniali. Portate indumenti comodi in cotone e scarpe adeguate. Spesso accade che durante il giorno ci siano acquazzoni anche di breve durata, quindi portate con voi un impermeabile. Se visitate la costa atlantica è indispensabile munirsi di repellente contro gli insetti in particolare contro i micidiali jejenes, i moschini della sabbia che infestano le coste caraibiche del Centro America.

La quota comprende: per i viaggi illustrati in catalogo, la quota comprende tutto quanto indicato nella descrizione giornaliera di ogni itinerario. Ogni viaggio e personalizzabile secondo le esigenze e le aspettative di ogni cliente con quotazioni su richiesta.

Passaporto: validità minima di sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese e di un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.

Visto: non necessario, per turismo, fino ad un massimo di 90 giorni di permanenza nel paese.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna.

Tasse da pagare in loco: sono da pagare 10 USD all’ingresso al paese.

Torna a Tour