Ruta dell'oro e Rio de Janeiro

Durata

15 giorni / 13 notti

Ruta dell'oro e Rio de Janeiro

15 giorni/13 notti sulle tracce dei cercatori di oro e di pietre preziose del passato lungo un itinerario che da Ouro Preto nello stato di Minas Gerais (che significa proprio miniere generali), conduce lungo l’Estrada Real, l’antica strada dell’oro, a Rio de Janeiro dove le merci preziose prendevano il largo verso il Portogallo. Percorsa anticamente dai “garimpeiros” alla ricerca di oro e diamanti, oggi è un itinerario di scoperta tra paesaggi suggestivi costellati di baie, antichi borghi coloniali portoghesi, villaggi e fiumi. Si visita l’antica miniera di Santa Rita a Ouro Preto nel quartiere dove sorsero le prime miniere e il villaggio di Lavras Novas che preserva le caratteristiche sociali di una comunità quilombola, formata da discendenti di schiavi fuggiti. Con momenti d’incanto come il tramonto visto dalla Serra do Trovao, il punto più alto della regione. O la visita a Tiradentes, la città coloniale più charmant dell’Estrada Real, così chiamata in onore di Joaquim José da Silva Xavier, più noto come Tiradentes per via della sua professione di dentista, e patrono civico del Brasile. In programma percorsi ecologici ma anche culturali come l’incontro con i Santeiros, artisti che producono statue di santi in legno. Si incontrano il Rio Grande, antiche fazendas, cascate e si cammina nella Mata Atlantica. Con il privilegio di bagnarsi nelle acque termali di Caxambu, località di villeggiatura di inizio Novecento delle ricche famiglie cariocas e paulistase. A Paraty, piccolo villaggio di pescatori, con armoniosi insiemi architettonici coloniali, si naviga a bordo di barche locali lungo il  Saco de Mamangua, unico “fiordo” brasiliano che si insinua per chilometri nella lussureggiante Serra do Mar. E’ poi la volta della bellezza travolgente Rio de Jainero, con la visita a due chicche: il quartiere di Santa Teresa, considerato la “Montmarte” brasiliana per lo stile delle sue case abitate un tempo dall’alta borghesia carioca, e la favela di Morrinho, dove un gruppo di adolescenti ha realizzato una favela in miniatura costruita con laterizi, ed è stato invitato a realizzarne una anche dalla Biennale di Venezia.

Programma

1° giorno
Italia/Belo Horizonte

Partenza dall’Italia con volo di linea con destinazione Belo Horizonte. Arrivo all’aeroporto COFINS di Belo Horizonte, accoglienza da parte della nostra guida e trasferimento all’Hotel Ouro Minas o similare.

2° giorno
Ouro Preto

Prima colazione e presentazione del programma di viaggio. Trasferimento in auto a Ouro Preto. Sistemazione nella Pousada Solar do Rosario (A) o nella Pousada do Arcanjo (B) o similari. City tour tematico durante il quale si ripercorre la storia della città dal ritrovamento della prima pepita da parte dei Bandeirantes (esploratori fedeli alla Corona Portoghese) alla prima capitale di Minas Gerais, con la visita dei monumenti, chiese e musei più importanti della città. Visita dell’antica miniera Santa Rita nel quartiere dove sorsero le prime miniere di Minas Gerais. Il nativo Jeferson spiegherà come avveniva l’attività di estrazione del prezioso metallo e interpreterà in maniera molto suggestiva la dura vita degli schiavi africani nelle miniere. Cena all’accogliente e familiare Cafè Colonial (inclusa).

3° giorno
Ouro Preto

Colazione e giornata libera con mezzo e guida a disposizione per eventuali escursioni suggerite dalla nostra guida. Cena e serata libere.

4º giorno
Lavras Novas

Trasferimento off road per Lavras Novas, bucolico villaggio che preserva le caratteristiche sociali e culturali di una comunità quilombola  (comunità di schiavi fuggiti). Durante il transfer sono previste soste alla Cachoeiras dos Prazeres e alla Lagoa do Custodio. Arrivo a Lavras Novas, pranzo in ristorante tipico (non incluso) e passeggiata tra le stradine del piccolo villaggio entrando nelle case degli abitanti per apprezzare la manifattura dei prodotti artigianali realizzati con legno e fibre. Sistemazione nella pousada Menestrel o similare. A seguire camminata per raggiungere la Serra do Trovao, il punto più alto della regione, per godere dell’incantevole tramonto. Cena in pousada (non inclusa).

5° giorno
Tiradentes

Colazione e trasferimento a Tiradentes (158 km), percorrendo l’antica Estrada Real asfaltata (così chiamata quando la Corona Portoghese impose tale tragitto per controllare i carichi di oro soggetti a tassazione). Durante il tragitto si passa da Congonhas per visitare e ammirare la Chiesa di Bom Jesus dos Matosinhos, opera prima dello scultore Alejadinho. Sosta al “Cafè com Prosa” (non incluso) per uno spuntino a base di prodotti tipici regionali. Arrivo a Tiradentes e sistemazione nella Pousada Solar da Ponte (A) o nella Pousada da Terra (B) o similari. Giornata libera con mezzo e guida a disposizione per eventuali escursioni suggerite dalla nostra guida. Cena al ristorante Santissima Gula (facoltativo non incluso).

6° giorno
Tiradentes

Colazione e partenza per il tour della città coloniale meglio conservata e più charmant della Estrada Real. Trasferimento per Coronel Xavier Chaves e visita dell’alambique “Secolo XVIII”, la più antica distilleria di cachaça (distillato di canna da zucchero) del Brasile ancora attiva e dall’epoca gestita dalla famiglia di Nando, il quale mostra e spiega tutto il processo di produzione del più importante distillato brasiliano. Degustazione di cachaças di varie annate acompagnate da stuzzichini tipici mineiros preparati sul tipico fogao de lenha (incluso). Nel pomeriggio sarà possibile fare una camminata ecologica nella Serra de Sao José o andare nella vicina Sao Joao del Rei a conoscere gli atelier dei Santeiros, artisti che producono statue di santi in legno. In serata cena (non inclusa) in uno degli eleganti ristoranti gourmet della città.

7° giorno
Carrancas

Colazione e partenza per la Serra das Carrancas proseguendo sulla Estrada Real, ma questa volta percorrendo un tratto sterrato in fuoristrada. Durante il tragitto si gode della bellissima vista del Rio Grande e s’incontrano antiche fazendas. Sosta presso due cascate immerse nelle oasi della foresta pluviale che proteggono i numerosissimi corsi d’acqua della regione: il Poço da Cuz das Almas e la Cachoeira Grande. In quest’ultima sarà servito un picnic con prodotti tipici. Arrivo a Carrancas e sistemazione nella Pousada Mirante Serra Verde dalla quale si gode il bellissimo panorama della Serra. Cena in pousada (inclusa).

8° giorno
Caxambu

Colazione e trasferimento a Caxambu (3 ore). Durante il tragitto sosta e camminata nella Mata Atlantica fino a raggiungere un secolare albero di Jequitiba dal tronco di dimensioni impressionanti. A seguire, proseguendo in direzione Caxambu, visita dell’antica fazenda Angahy nella regione di Cruzilia, dove a fine XIX sec. fu creata la razza equina del Mangalarga Marchador. Breve equitour e pranzo (non incluso) in fazenda. Arrivo a Caxambu una delle maggiori stazioni termali al mondo e l’unica con dodici fonti di acque terapeutiche con proprietà differenti definite virtuose e miracolose. Utilizzate sin dal XVIII sec. per il trattamento di varie malattie, divennero famose in tutto il mondo perché qui la Principessa Isabel curò la sua supposta infertilità. Nei primi decenni del ‘900 le ricche famiglie cariocas e paulistas trascorrevano le loro vacanze a Caxambu divertendosi nel Casinó (attualmente sono vietati per legge) del famoso Hotel Gloria, dove si alloggerà. Tempo a disposizione per la visita del Parque das aguas e per approfittare dell’antica spa fedelmente ristrutturata (massaggio, sauna e bagno turco inclusi). Cena (non inclusa) nel ristorante dell’Hotel Gloria.

9° giorno
Paraty

Prima colazione. Partenza per Paraty con sosta tecnica nella cittadina di Guaratinguetá. Si approfitterà della sosta per consumare un pasto leggero (non incluso). Arrivo a Paraty e sistemazione nella Pousada do Sandi (A) o nella Pousada do Ouro (B) o similari. Serata libera.

10° giorno
Paraty

Colazione, in mattinata trekking sul primo tratto di strada in pietra dell’antico cammino dell’oro, costruita dagli schiavi e recuperata recentemente grazie a scavi archeologici eseguiti da un gruppo di ricercatori locali. La strada passa nel mezzo dell’esuberante vegetazione della Mata Atlantica. Nel pomeriggio city tour di Paraty, l’antica città coloniale, importante sede della Massoneria, che conobbe il suo maggior periodo di auge nei secoli XVIII e XIX, fino a quando dal suo porto partivano i carichi d’oro diretti in Europa. Serata libera da dedicare all’animata cittadina coloniale con i suoi negozietti di artigianato, barettini e ristoranti tipici.

11° giorno
Paraty

Colazione e partenza per il tour tematico etnico “Amerindi ed antichi meticci”. Trasferimento alla spiaggia di Paratymirim. A bordo di barche di pescatori navigheremo il Saco de Mamangua unico “fiordo” brasiliano che si insinua per chilometri nella lussureggiante Serra do Mar e una vasta area di foreste di mangrovie. Da secoli il Saco di Mamangua è abitato da comunità Caiçaras (meticci con discendenza indigena ed europea), etnia che da secoli vive di pesca e artigianato. Tour a bordo di canoe lungo uno dei corsi d’acqua che passa tra mangrovie e foresta pluviale. Visita di una comunità Caiçara in compagnia degli abitanti e pranzo (incluso) tipico in una delle loro case dove si potrà assistere alla produzione artigianale di miniature di barche in legno. Rientro a Paraty e serata libera.

12° giorno
Rio de Janeiro

Dopo colazione trasferimento in auto privata per Rio de Janeiro, arrivo e sistemazione in hotel 4*. Pomeriggio libero. In serata si trascorrerà del tempo in uno dei locali con musica dal vivo nello storico quartiere di Lapa (non inclusa).

13° giorno
Rio de Janeiro

Dopo colazione partenza per il City tour tematico full day “Rio de Janeiro a Cidade Maravilhosa”, durante il quale si ripercorre lo sviluppo urbanistico, economico e culturale della città che ospitò l’unica corte imperiale europea fuori del vecchio continente, quella portoghese degli Orleans de Bragança. Rio de Janeiro fu la prima città che aprì le porte del Brasile all’Europa, risentendone fortemente l’influenza culturale, soprattutto a livello artistico e architettonico. Il tour prevede la visita del famoso Pao de Açucar e del Cristo Redentore. Pranzo in un tipico buteco carioca (incluso) e tour nel quartiere di Santa Teresa, considerata la “Montmatre tropicale”, anticamente abitato dall’alta borghesia carioca con le sue case del XIX sec. in stile architettonico francese. Icona del quartiere è il famoso Bonde (tram d’epoca tutt’ora in servizio). Oggi Santa Teresa è considerata il quartiere bohemien di Rio in quanto frequentata da molti artisti e intellettuali.  A seguire visita del Morrinho, una delle favelas del quartiere, dove un gruppo di adolescenti ha realizzato una vera e propria opera d’arte povera, una favela in miniatura costruita con laterizi, che riproduce tutti gli aspetti della quotidianità di questi agglomerati urbani degradati. La biennale di Venezia anni fa ha invitato i giovani artisti a realizzarne una in occasione di una delle ultime edizioni. Serata libera.

14° giorno
Rio de Janeiro/Italia

Colazione e tempo per il transfer verso l aeroporto per il volo di rientro in Italia

15° giorno
Italia

Arrivo in Italia 


Richiedi un preventivo

Gentile cliente,
compilando questo breve form saremo in grado di inviarti una quotazione ad hoc. La stagionalità delle destinazioni è molto importante per la definizione delle quote di partecipazione per cui, nel caso non avessi delle date fisse di viaggio, ti preghiamo di indicare nel campo note, oltre ad eventuali richieste, l periodo indicativo del viaggio. Le date sono importanti anche per poter pianificare un operativo voli. Per poter fornirti un servizio ancora più puntuale, dovresti indicarci infine l'eventuale presenza di bambini e la loro età.

Numero di passeggeri *

Aeroporto di partenza *

Partenza

Ritorno