Perù e Le Miniere Di Sale dell’Amazzonia

Durata

17 Giorni / 15 Notti

Tappe del viaggio

Lima - Oasi di Huacachina - Ica - Arequipa - Cuzco - Valle Sacra - Machu Picchu - Cuzco - Amazzonia del Nord (Tarapoto) - Lima

Perù e Le Miniere Di Sale dell’Amazzonia

Non solo archeologia ma anche Natura, incontro con le comunità locali e scoperta della tradizione culinaria peruviana.
Un itinerario differente, che ben coniuga le bellezze archeologiche del Perù alla sua cultura indigena, ancora oggi viva soprattutto nelle zone più rurali o dell’Amazzonia. Ogni giorno è una scoperta, attraverso i mille contrasti che contraddistinguono uno dei Paesi più belli del continente sudamericano, la cui Storia passa anche attraverso la particolare quanto raffinata tradizione culinaria, un matrimonio perfetto di aromi e gusti locali con altri provenienti da oltreoceano.
Dalla costa del Pacifico, carezzandone le alte dune di sabbia, fino alla conca che protegge Arequipa come in un bozzolo all’interno del quale vive e palpita questo gioiello coloniale. Nella nostra avventura non può mancare Cusco, l’ombelico dell’Impero Inca, da cui si giunge a Machu Picchu, avvolta nel mistero che si snoda tra storia, archeologia e architettura. L’antica Città Perduta degli Inca, cristallizzata quasi nel suo silenzio totale, è oggi testimone di un mondo perduto. Opera di extraterrestri, come molti amano credere? Chissà!
Ma il Perù ci regala un altro dei suoi gioielli, vivo e pulsante: l’Amazzonia, con le tradizioni ancora intatte, custodite dalle comunità locali. Le antiche miniere di sale, un tempo moneta di baratto e scambio, si mostrano nel loro lucore a Pilluana, la zona in cui troneggiano le “bianche montagne di sale”. E per finire, la bellissima ed incantata laguna Azul, sempre nella regione di San Martin (Amazzonia), pernottando in un eco-lodge circondato da una rigogliosa vegetazione, oltre a lagune, grotte misteriose, boschi millenari e paesaggi spettacolari dove ridonare energia al corpo con piante officiali e fiori aromatici.

 


Solo Con Vuela

A Lima: il Mercato di San José - l’Oasi di Huacachina con escursione in Dune Buggies e Sandboard e cena nel deserto – ad Arequipa: il Mercato di San Carlo, il convento di Santa Teresa e la Casa de Moral – a Cusco: il Mercato di San Pedro, comunità indigena Amaru, cerimonia con lo sciamano - visita ad una fabbrica di birra artigianale nella Valle Sacra - in Amazzonia orientale: Lamas, la città del folklore; la comunità Quechua di Rumicallpa; le miniere di sale di Pilluana; la laguna Azul a Sauce – Servizi privati e guide locali in lingua italiana (escluso in Amazzonia) – 14 pranzi e 6 cene 

Programma

1° Giorno
Italia – Lima

Partenza con volo di linea dall’Italia per Lima (cambio di aeromobile in uno scalo europeo, in base al vettore utilizzato). Pasti a bordo. Arrivo in serata all’aeroporto internazionale Jorge Chavez, incontro con un nostro rappresentante locale e trasferimento in hotel. 
Cena libera. 
Pernottamento in hotel 4*

2° Giorno
Lima

Al mattino partenza per la visita di Lima, anche conosciuta come la “Città dei Re”, fondata nel 1535 dal condottiero spagnolo Francisco Pizarro che così la chiamò in onore dei monarchi spagnoli. La città, situata sulla foce del fiume Rimac, è una delle più affascinanti città del Sud America, con i musei che raccolgono alcune tra le opere d’arte più importanti. Si inizia dal Centro Storico di Lima (dal 1988 inserito dall’UNESCO nel Patrimonio dell’Umanità) dove si trova la Cattedrale, costruita nel 1625 e ricostruita nel 1940 dopo un grande terremoto che colpì la capitale, affacciata sulla Plaza de Armas, nel cui interno si può ammirare un bellissimo coro ligneo del XVIII secolo e si prosegue ammirando gli esterni del Palazzo Presidenziale e del Palazzo del Governo; il Monastero di San Francesco, tra le chiese più antiche di Lima, un bell’esempio di architettura coloniale con il suo chiostro ornato con colorate piastrelle di Siviglia ed affreschi rappresentanti la vita di San Francesco d’Assisi. Il convento è conosciuto inoltre per la sua favolosa biblioteca, tra le più antiche del Sud America, e le catacombe dove si trovano le ossa di migliaia di persone decedute durante gli anni della colonizzazione spagnola. 
Pranzo ne ristorante all’interno del Museo Larco Herrera. 
Nel pomeriggio visita del Museo Larco Herrera, uno straordinario museo privato che raccoglie il più altro quanto straordinario numero di reperti dell’arte precolombiana e una vasta collezione di oggetti in ceramica, in oro e argento. Il Museo, fondato nel 1926 e situato dentro un elegante edificio del XVIII secolo, è costruito sopra una piramide precolombiana del VII secolo.
Al termine della visita proseguiremo per la zona moderna e commerciale di Lima: il quartiere di Miraflores affacciato sul mare, un salotto elegante con ristoranti, alberghi e giardini. Costeggiando l’oceano, giungiamo a Barranco considerato tra i migliori di Lima. Rientro in hotel. Cena libera.
Pernottamento in hotel 4*

Curiosità: all’epoca il re di Spagna era Carlo V, figlio dell’arciduca d’Austria Filippo il Bello, nipote dell’imperatore Massimiliano d’Asburgo, e di Giovanna la Pazza, figlia di Ferdinando d’Aragona e di Isabella di Castiglia. La tomba di Pizarro si trova all’interno della Cattedrale di Lima.

Note: la Cattedrale di Lima è chiusa alle visite turistiche il sabato pomeriggio e la domenica mattina. 

3° Giorno
Lima - Paracas - islas Ballestas – Oasi di Huacachina - Ica (340 km)

Al mattino molto presto (verso le 3.30 circa) trasferimento alla stazione dei pullman e partenza per Paracas dove si giunge verso le 8.00, in tempo per partecipare all’escursione alle Isole Ballestas. Durante il tragitto in barca si ha modo di ammirare il Candelabro, una figura gigantesca di origine sconosciuta, il cui utilizzo è ancora avvolto nel mistero (durata 2 ore). Le isole Ballestas, anche note come le Galàpagos del Perù, sono un paradiso naturale a poche miglia marine dal Parco Nazionale di Paracas, dove vivono leoni marini, pellicani, pinguini ed altri uccelli tipici della regione. Rientro e proseguimento in bus verso Ica. Arrivo e trasferimento alla Hacienda Viñas de Queirolo per il pranzo. 
Dopo pranzo, proseguimento verso l’Oasi di Huacachina, una pittoresca laguna avvolta da dune di sabbia, alcune delle quali raggiungono anche i 30 metri di altezza. A bordo di Dune Buggies ci si inoltra nel Deserto di Ica, con soste durante il percorso per poter permettere ammirare il bel paesaggio delle dune. La bellissima esperienza terminerà con un imperdibile tramonto nel deserto seguito da una grigliata sotto le stelle! 
Al termine della serata rientro a Ica.
Pernottamento in hotel 3* Sup.

Nota: il trasferimento da Lima a Paracas e a Ica è con bus pubblico Cruz del Sur; l’imbarcazione per le isole Ballestas è collettiva, non in uso esclusivo. Non si scende dall’imbarcazione. 

Curiosità: molte le leggende sull’Oasi di Huacachina. Una di queste narra che l’oasi si formò dalle lacrime di una bellissima ragazza che piangeva poiché il suo amato, un guerriero Inca, era stato ucciso. I suoi lamenti ancora oggi possono essere uditi durante le notti di luna piena (in lingua quechua Huacachina significa pianto della donna). Un’altra narra invece la storia di una Principessa la quale, per sfuggire ad un giovane che la vide mentre si bagnava nelle acque del laghetto, fuggì via e il suo mantello, strisciando sulla sabbia, formò le dune circostanti.

4° Giorno
Ica – Arequipa (km 710)

Prima colazione. Al mattino presto trasferimento alla stazione dei bus turistici e partenza per Arequipa. La giornata di trasferimento sarà lunga (circa 11 ore di viaggio), ma la bellezza del paesaggio ripaga del disagio della lunga distanza. 
Pranzo al sacco (freddo) in corso di viaggio. 
Arrivo ad Arequipa in serata e trasferimento in hotel.
Cena libera. 
Pernottamento in hotel 4*.

Nota: il trasferimento da Ica ad Arequipa è con bus turistico di linea Cruz del Sur. A bordo non è prevista la guida in italiano. La durata del trasferimento è di 11 ore circa. 

5° Giorno
Arequipa

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita a piedi del mercato di San Camilo, uno dei luoghi storici della città, edificato 130 anni fa. La struttura dell’edificio che ospita il mercato fu progettata dall’ingegnere Gustave Eiffel, lo stesso che progettò l’omonima torre di Parigi. Imperdibile un assaggio dei gustosi succhi naturali spremuti che vengono venduti nelle “caseritas” del mercato. A seguire, si arriva nel quartiere di Yanahuara per il pranzo in ristorante tipico.
Dopo il pranzo passeggiata a piedi alla scoperta il quartiere con la sua piazzetta con edifici coloniali ed il “mirador” che regala una spettacolare vista sui tetti di Arequipa e in lontananza la cima del vulcano Misti.
Si prosegue con la visita al Convento di Santa Teresa, un monastero carmelitano del 1700, meno conosciuto ma interessante, ancora abitato da poche suore di clausura. Una parte del Monastero ospita un piccolo museo di arte vicereale, con dipinti, tessuti e oggetti artistici.
Cena libera.
Pernottamento all’Hotel El Cabildo 4* (o similare).
Rientro in hotel. Pernottamento.

Curiosità: la leggenda narra che il nome Arequipa risale al XIV secolo. I soldati del re Inca Mayta Capac, innamorati del clima piacevole, chiesero al loro sovrano di poter rimanere ed egli esclamò in lingua quechua “ari, quepay” ovvero “si, restate”.
Nel Monastero di Santa Teresa, se aperto, sarà possibile acquistare alcuni dolci tradizionali preparati dalle monache di clausura stesse: arancia candita ricoperta di cioccolato, dolci alle mandorle e tante altre delizie!

6° Giorno
Arequipa

Prima colazione. Al mattino visita (per la maggior parte a piedi) della città e dei monumenti e siti più importanti. La prima sosta è al quartiere di San Lazzaro, luogo della fondazione della città; si prosegue fino al belvedere di Carmen Alto, attraverso stradine pittoresche e con balconi in fiore. La vista della città circondata dai suoi tre vulcano è spettacolare. Si continua verso il Convento di Santa Catalina da Siena (XVI secolo), tra gli edifici religiosi certamente più noti e affascinanti del Perù, fondato da Maria de Guzman, una vedova benestante che prese i voti donando le sue ricchezze per costruire questa piccola “città” che ancora oggi ospita una comunità di monache di clausura. Il complesso architettonico, tutto racchiuso entro le alte mura, spicca nel centro storico per il colore rosso dominante, oltre al blu ed al giallo. Passeggiando nel silenzio che regna entro le mura si ammirano mirabili affreschi, numerosi chiostri, stanze, ampi cortili con fontane, cucina e zone riservate alla servitù. Dopo la visita, proseguimento verso il Centro Storico con la bellissima Plaza de Armas, cuore coloniale della città e considerata una delle più belle del Perù, sul cui lato nord si apre la Cattedrale, mirabile esempio di architettura peruviana (XIX secolo) che ospita preziosi tesori in oro e argento; sull’altro lato della piazza si trova la Chiesa della Compaňia, antico tempio gesuita, con un bellissimo altare rivestito in lamina d’oro e dalla facciata con colonne intarsiate a spirale. Pranzo in ristorante.  
Nel pomeriggio visita del Museo Santuarios Andinos, istituito per conservare il corpo mummificato di Juanita, la “fanciulla dei ghiacci”. I resti di questa ragazza di circa 15 anni furono ritrovati nel 1995 sul ghiacciaio Ampato, nelle Ande: pare fosse stata offerta in sacrificio agli dei (durata della visita: un’ora circa). La visita termina con una breve sosta per la visita della Casa de Moral, una delle residenze coloniali meglio conservate di Arequipa, dall’ingresso in stile barocco. Ospita un museo di arte coloniale arequipeňa. 
Al termine, tempo a disposizione per passeggiare e scoprire, per proprio conto, il centro storico di Arequipa. 
Cena nel più noto ristorante di Arequipa, il Zig Zag, dove si potrà degustare tutti i tipi di carne compressa quella di alpaca.
Rientro in hotel.
Pernottamento in hotel 4*.

Note: il Convento di Santa Catalina è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00; il sabato solo dalle 10.00 alle 12.00
Il Museo Santuarios Andinos è aperto tutti i giorni dalle 09.00 alle 18.00 escluso la domenica, che è aperto solo fino alle 15.00; chiuso il 25/12 ed il 1/1. 
I resti della Mummia Juanita sono visibili solo da Maggio a dicembre. Negli altri mesi, al suo posto, sono visibili i resti della mummia Sarita, non altrettanto ben preservati.

Curiosità: la Casa de Moral (1733) prende il nome dall’enorme pianta di gelso bicentenario che sorge nel patio.

7° Giorno
Arequipa - Cusco

Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto e partenza per Cusco (3.399 mt slm). Arrivo e trasferimento in hotel. 
Pranzo in ristorante tipico per degustare i piatti tradizionali della capitale del impero inca. Nel pomeriggio si lascia la città per visitare i vicini siti archeologici. La prima tappa è il maestoso e mistico sito archeologico di Sacsayhuaman, antica fortezza dalle mura ciclopiche che dalla collina domina la città di Cusco. Si continua con la visita di Qenqo, un centro cerimoniale con un altare per i sacrifici formato da una grande pietra e di Tambomachay, costituito da una serie di acquedotti, canali e cascate che attraversano le rocce terrazzate. Sulla via del rientro si potrà ammirare la piccola fortezza di Puka Pukara. Rientro a Cusco dove è prevista una breve cerimonia sciamanica durante la quale si effettua una “pulizia spirituale” dell’anima con foglie di coca e incensi.
Al termine, rientro in hotel. Cena libera.
Pernottamento in hotel 4*.

 

8° Giorno
Cusco – comunità Amaru - Valle Sacra (40 km)

Prima colazione e partenza per la visita alla la comunità di Amaru (Altitudine in questa località 3.700 m.s.l.m.), presso Pisac, dove saremo ricevuti con musica e mazzi di fiori locali come offerta simbolica alla Madre Terra, o Pachamama, per ringraziare del nuovo giorno e della possibilità di condividere la vita tra fratelli di diverse culture. Dopo l’accoglienza, saremo invitati ad aiutare i membri della comunità a raccogliere i fiori che regala la Pachamama i quali serviranno per creare le tinte naturali utilizzate nella lavorazione dei tessuti.
Verrà mostrata la tosatura degli animali e illustrati i passaggi del processo di creazione dei tessuti, dalla colorazione della lana con piante naturali fino al prodotto finale, ancora oggi fatti rigorosamente a mano. 
Al termine, pranzo insieme alla comunità, preparato con ingredienti tipici della zona. Rientro a Cusco. Trasferimento in hotel. 
Cena libera.
Pernottamento in hotel 4*.

9° Giorno
Valle Sacra (Pisac e Ollantaytambo)- Aguas Calientes

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla scoperta della bellissima Valle Sacra degli Inca, a circa 50 chilometri a nord di Cusco. La Valle Sacra era il principale centro produttivo dell’Impero Inca, bagnata dalle acque del fiume sacro Vilcanota (sacro o meraviglioso in lingua Quechua), anche conosciuto come fiume Urubamba. In questa valle si celebravano i riti in onore della Pachamama, ovvero la Madre terra. Visita al mercato artigianale di Pisac dove, soprattutto la domenica, gli indigeni espongono le loro mercanzie. Proseguiamo Ollantaytambo dove si visita la fortezza Inca. Il complesso è situato su una collina che domina il villaggio e vi si possono ammirare le rovine del Tempio del Sole, il Salone reale e una serie di terrazze in pietra lavorata costruita per sorvegliare l’accesso alla valle e proteggerla dalle invasioni. 
Pranzo in ristorante nella Valle Sacra.  
Dopo pranzo si visiterà una fabbrica di birra artigianale con degustazione. Trasferimento alla stazione ferroviaria di Ollantaytambo e partenza per Aguas Calientes. Arrivo e trasferimento (a piedi) in hotel. 
Cena libera.
Pernottamento in hotel 3*.

Note: il treno Expedition parte da Ollantaytambo alle ore 16.40 circae arriva ad Aguas Calientes dopo quasi due ore, lungo un percorso ferroviario che segue la linea del fiume Urubamba. Rammentiamo che a bordo del treno è possibile portare con sé solo un bagaglio a mano dal peso non superiore ai 5 kg. Consigliamo pertanto di suddividere la propria valigia e di lasciare il bagaglio al nostro rappresentante che provvederà a farvi trovare la valigia principale in hotel a Cuzco.

10° Giorno
Machu Picchu – Ollantaytambo - Cusco

Di buon mattino, dopo la prima colazione, partenza con il bus per raggiungere in una ventina di minuti, salendo lungo una strada a zig zag, le rovine di Machu Picchu (2.430 mt slm - circa mezz’ora in bus), una delle Sette Meraviglie del mondo. La Ciudad Perdida degli Inca, simbolo del Perù, fu “ritrovata” solo nel 1911 da Hiram Bingham, uno storico americano che cercava Vilcabamba. Il sito, mix perfetto di mistero, storia, natura e testimonianza dell’esistenza di una civiltà di grande ingegno, ha fortificazioni e resti di edifici disposti secondo gli allineamenti astronomici. L’area archeologica, divisa in due grandi aree (quella agricola e quella urbana) dove si svolgeva la vita quotidiana, è formata da terrazzamenti dove si trovano alcuni dei principali edifici: la Plaza Principale, l’Osservatorio del Sole, il Tempio delle Tre Finestre e il Tempio principale dove si avevano luogo le celebrazioni religiose. (durata della visita: 2 ore circa). 
Al termine, rientro ad Aguas Calientes in tempo per il pranzo in ristorante. 
Nel primo pomeriggio, partenza in treno per Ollantaytambo (circa 2 ore). Arrivo e trasferimento a Cusco. Sistemazione in hotel.
Cena libera. 
Pernottamento in hotel 4*.

Note: le regole per la permanenza all’interno del sito sono cambiate. Ora sono previsti solo due turni dalla durata di 4 ore massimo: il primo turno va dalle ore 06.00 alle ore 12.00; il secondo, dalle ore 12.00 alle ore 17.30. Una volta usciti, non sarà possibile rientrare. E’ consigliato portare con sé: scarpe comode e antiscivolo, occhiali da sole, creme di protezione solare, cappello, repellente per le zanzare, pantaloni lunghi e t-shirt in cotone (maglioni più pesnati per la sera), impermeabile. 

Curiosità: gli edifici e le fortificazioni sono stati eretti senza l’utilizzo della malta. Le pietre sono state tagliate in modo così preciso che ogni angolo si incastra alla perfezione e non è possibile inserire nulla tra le pietre stesse.

11° giorno
Cusco

Prima colazione e mattinata dedicata alla visita a piedi del mercato San Pedro, ubicato nel centro di Cusco. Proseguimento della visita della città, situata in una valle circondata da montagne, fondata nel 1200 d.C. e capitale dell’impero Inca.  Il suo nome, in lingua Quechua, significa “ombelico del mondo”. Nel 1983 Cusco è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità e non a torto è considerata la capitale archeologica di tutto il Sudamerica, dove l’architettura Inca si fonde a quella portata dai colonizzatori spagnoli. Si visita l’antico tempio di Qoricancha (o Koricancha), dedicato al dio Sole (Inti) che costituisce la base sulla quale, successivamente, gli spagnoli fecero erigere il Convento di Santo Domingo; la Plaza de Armas, cuore di Cusco, dove si affacciano imponenti edifici tra i quali la Cattedrale, dal pregevole interno, e le due chiese vicine: la Iglesia de Jesùs y Maria e la Iglesia del Triunfo. Al termine, trasferimento in hotel. Pranzo libero.
Dopo pranzo, tempo libero per poter visitare a piedi, per conto proprio, il delizioso quartiere di San Blas, situato più in alto rispetto al centro di Cusco, pieno di botteghe artigianali. Una delle cose da vedere è la pietra dai 12 angoli, incastonata in uno dei muri inca meglio conservati, che attualmente fa parte del palazzo Arzobispal (Arcivescovado) costruito sopra le fondamenta dl palazzo del XV secolo. Cena libera. 
Pernottamento in hotel 4*

12° Giorno
Cusco - Lima - Tarapoto (Amazzonia Nord/Orientale)

Al mattino presto trasferimento in aeroporto e partenza per Tarapoto via Lima (con cambio di aeromobile). La città di Tarapoto è situata nel centro-est del Perù, lungo le sponde del fiume Shilcayo nella regione di San Martìn. Situata a solo 300 mt slm, ai margini della foresta amazzonica peruviana, ha un clima caldo ed umido. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Partenza per Lamas, piccola cittadina non tanto distante da Tarapoto, nella regione di San Martìn, a 800 mt slm, dal 2003 denominata la “città del folklore”. Lamas famosa per i suoi tre livelli: il primo è dove vive la popolazione Quechua; il secondo è l’area “cittadina” ed il terzo è dove vivono i religiosi. 
Pranzo al ristorante El Mirador con ingredienti tipici della regione.
Dopo il pranzo si visiterà la comunità quechua Rumicallpa (a 20 minuti in auto da Lamas), dove si produce un ottimo cacao e dove si vedranno da vicino le piantagioni con le spettacolari piante. Si avrà anche modo di conoscere i processi di lavorazione del cacao (dall’essiccazione fino alla tostatura dei semi, contenuti nelle “cabosse”) e della canna da zucchero. A metà pomeriggio circa visiteremo il villaggio di Waqui che conserva ancora vive le tradizioni artigiane Quechua. 
Rientro a Tarapoto. 
Cena a base di “asaditos” (street food con piatti regionali tipici).
Rientro in hotel e pernottamento.
Pernottamento in hotel 4*

13° Giorno
Tarapoto–Pilluana- Sauce/Laguna Azul (110 km)

Al mattino  presto si parte verso Puerto Sangama e attraverseremo in barca il fiume Huallaga. Lungo il tragitto si potranno osservare le formazioni rocciose della miniera di sale di Cachimuyana. Dopo circa due ore giungiamo a Pilluana, in una zona dove si trovano molte miniere di sale. Da sempre il sale, oltre che essere utilizzato per la conservazione degli alimenti, era anche una preziosa moneta di scambio. Nelle miniere di sale di Pilluana si estraggono tre tipi di sale: bianco, rosa e nero che formano, dopo la loro estrazione, le “bianche montagne di sale” ovvero i grandi cumuli di minerale che costellano l’area intorno alle miniere.
Prima colazione con alimenti tradizionali e breve passeggiata nell’orto e nel bosco dove nascono molte piante officinali.
Successivamente visita a piedi ad una miniera per conoscere da vicino i processi estrattivi. 
Pranzo lungo le sponde del fiume Huallaga.
Dopo pranzo, si parte verso Sauce, per raggiungere la Laguna Azul dove si trova il Sumaj Lagoon, uno dei lodge ecosostenibili del Perù. 
Tempo libero per riposare. 
Nel tardo pomeriggio è prevista una cerimonia per ridonare energia al corpo e all’anima con l’utilizzo di piante medicinali e fiori aromatici.
Cena al lodge.
Pernottamento in hotel 4*

14° Giorno
Sauce/Laguna Azul - Tarapoto (40 km)

Dopo la prima colazione si partirà con una piccola imbarcazione attraversando la laguna Azul. Arrivo e camminata verso l’Isola Incantata, chiamata così per il movimento della piccola isola posta nella laguna. Durante la camminata si potranno degustare i frutti tipici della regione. Possibilità di pescare nella laguna secondo i metodi tradizionali (pesca all’amo). Al termine della visita rientro al lodge per il pranzo. 
Rientro a Tarapoto con sosta per la visita delle cascate di Ahuashiyaku, alte circa 40 metri. Il loro nome significa, in lingua quechua, “acqua che ride”.
Sistemazione in hotel. 
Cena in hotel.
Pernottamento in hotel 4*.

15° giorno
Tarapoto – Lima

Prima colazione. Mattino, visita al Mercato di Tarapoto per acquistare i prodotti tipici che i nostri chef Rafael e Dennys Yupanqui cucineranno a pranzo.
Pranzo al ristorante Natural.
Trasferimento in aeroporto in tempo per il volo di ritorno a Lima.
Arrivo a Lima e cena al ristorante La Rosa Nautica (a base di pesce).
Rientro in hotel. 
Pernottamento in hotel 4*.

 

16° giorno
Lima – Italia

Dopo la prima colazione, si parte per il mercato di San Josè che si trova nel quartiere di Jesus Maria. Terminato il giro al mercato, si prosegue per il ristorante dove si pranza. Al termine rientro in hotel e trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno in Italia (con cambio di aeromobile in scalo europeo). Pasti e pernottamento a bordo.

17° Giorno
Italia

Arrivo in Italia.

Fine dei nostri servizi

Quota

Quota individuale di partecipazione, in camera doppia:
Minimo 2 partecipanti: €3.790


Quota di iscrizione, per persona (obbligatoria): €40

Supplemento singola: €790

 

La quota comprende:

- Sistemazione negli alberghi indicati (o similari) in camera doppia
- Trattamento di pernottamento e prima colazione, come da programma
- Pasti indicati nel programma (al sacco, in ristorante o in hotel - bevande escluse)
- Trasferimenti e visite con veicoli privati (escluse le tratte da Lima/Paracas/Ica/Arequipa che verranno effettuata con bus pubblico Cruz del Sur; escluso durante il soggiorno in Amazzonia, dove i servizi sono condivisi e forniti dalla struttura)
- L’ imbarcazione per la visita alle isole Ballestas è in condivisione con altri passeggeri di altre nazionalità.
- Biglietto del treno Ollantaytambo - Aguas Calientes - Ollantaytambo (tipo Expedition)
- Visite con guide locali in lingua italiana escluso durante il soggiorno in Amazzonia (le visite saranno con assistenza locale in spagnolo)
- Assicurazione di viaggio medico/bagaglio
- Documentazione di viaggio 

 

Il cambio applicato sui servizi a terra è il seguente: 1 € = 1,15. Eventuali adeguamenti saranno rivisto 21 giorni prima della partenza.

La Quota non Comprende

- Biglietti aerei intercontinentali e domestici, in classe economica dedicata
- Tasse aeroportuali obbligatorie inseribili nel biglietto
- Pasti non indicati
- Bevande durante i pasti indicati nel programma 
- Mance
- Extra di carattere personale
- Tutto quanto non espressamente indicato in: “La quota comprende”

 

Note di Viaggio

Partenze giornaliere garantite con minimo 2 partecipanti. (Giorno di partenza suggerito: Lunedì, Mercoledì e Sabato)

Il viaggio non è adatto a persone con problematiche di deambulazione, a causa della difficoltà di alcune visite e/o particolarità dei veicoli (non tutti i veicoli sono dotati delle particolarità tecnico-strutturali necessarie per portatori di disabilità motorie)

Partenze di Gruppo

Partenze di Gruppo 2019: 

30 Marzo
08 Luglio
25 Settembre

Quota individuale di partecipazione, in camera doppia
Minimo 4 partecipanti: € 3.130


Quota di iscrizione, per persona (obbligatoria): €40

Supplemento singola: € 560

 


Richiedi un preventivo

Gentile cliente,
compilando questo breve form saremo in grado di inviarti una quotazione ad hoc. La stagionalità delle destinazioni è molto importante per la definizione delle quote di partecipazione per cui, nel caso non avessi delle date fisse di viaggio, ti preghiamo di indicare nel campo note, oltre ad eventuali richieste, l periodo indicativo del viaggio. Le date sono importanti anche per poter pianificare un operativo voli. Per poter fornirti un servizio ancora più puntuale, dovresti indicarci infine l'eventuale presenza di bambini e la loro età.

Numero di passeggeri *

Aeroporto di partenza *

Partenza

Ritorno